frutta verdura ingr-carni slid-pesci fiori

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti alla newsletter sarai informato delle più importanti novità che riguardano il settore

Dei circa 10.500 enti tenuti ad approvare la ricognizione straordinaria, l’83% del totale ha provveduto alla trasmissione del piano. La percentuale di inadempimento è pari al 17% ed appare fisiologica tenendo conto che il 72% dei Comuni inadempienti ha una popolazione inferiore a 5.000 abitanti, dato che si presume non possa modificare la rilevazione.
Da una prima verifica dei dati pervenuti emerge che delle 8.771 Amministrazioni Pubbliche che hanno trasmesso provvedimenti motivati di ricognizione, l’89% ha dichiarato di detenere le partecipazioni, mentre il restante 11% ha dichiarato di non detenerle.
Le partecipazioni societarie dichiarate dalle Amministrazioni Pubbliche ammontano a 32.504 e sono riconducibili a 5.791 società.

societa partecipate

Dalla verifica risulta che le società a partecipazione diretta della Amministrazioni sono 4.701.
L’analisi di tale campione denota già alcuni significativi risultati del processo di riforma: circa una su tre di queste sarà interessata da interventi di dismissione.
Nello specifico:

  1. di 2.558 società in cui gli Enti possiedono, singolarmente o nel loro complesso la maggioranza del capitale, 747 sono interessate da dismissione e 118 da procedure di fusione;
  2. di 2.143 società in cui gli Enti non detengono la maggioranza del capitale, 785 sono le società da cui gli Enti intendono uscire dalla compagine azionaria.

Nei prossimi mesi la struttura di monitoraggio del MEF verificherà la rispondenza ai piani di razionalizzazione presentati.
Parallelamente, sarà monitorata anche l’effettiva attuazione delle misure di razionalizzazione  previste nei piani di revisione straordinaria, quali alienazione, fusione, messa in liquidazione della società

Fonte:
Funzione Pubblica
Quotidiano della P.A: